Quante volte ci siamo sentiti dire: “tienilo al caldo e vedrai che passerà”. In questa affermazione, che spesso si riconduce ai “rimedi della nonna” c’è un fondo di verità, oggi confermato da medici specialistici. 

La dott.ssa Daniela Lucini, Responsabile della Sezione di Medicina dell’Esercizio e Patologie funzionali di Humanitas, suggerisce di ricorrere alla “terapia del caldo”, con termofori, cuscini riscaldati o borsa dell’acqua calda da applicare in caso di crampi o contratture muscolari, che tanto sono frequenti durante la stagione invernale. 

Anche in caso di discopatie o del classico “colpo della strega”, il calore può essere di grande giovamento. Il dott. Maurizio Fornari, Responsabile di Neurochirurgia presso l’ospedale Humanitas, suggerisce in proposito l’applicazione di termofori e, quando possibile, il ricorso a bagni termali in acque calde. 

Vediamo nel dettaglio cosa sono i termofori e come sceglierli al meglio.

Che cos’è il termoforo? 

Termoforo,
possibili aree di utilizzo

Il termoforo è un apparecchio elettrico che emette calore e che può essere impiegato per mantenere al caldo la zona cervicale, le spalle o la schiena. Il suo impiego può essere finalizzato alla “terapia del calore” a cui si accennava prima, o ad evitare l’assunzione di posture scorrette o contratte a causa, ad esempio, di un lavoro sedentario, di lunghe sessioni alle guida o, ancora, delle rigide temperature invernali. 

A cosa serve? 

Il termoforo mantiene al caldo la zona in cui viene applicato. L’azione del calore può avere un effetto rilassante ed analgesico, andando a distendere i muscoli ed a favorire la microcircolazione del sangue. 

Come funziona?

Esteriormente il termoforo è simile ad una coperta ma, al suo interno, presenta un sistema riscaldante da collegare alla corrente. Il termoforo, una volta collegato ed applicato, può essere regolato sulla temperatura desiderata.

A cosa devo prestare attenzione in fase di acquisto? 

Mantella termica cervicale a spalle

Il termoforo non è un dispositivo medicale ma è bene ricordare che, per essere conforme alla norme CE relative ai prodotti funzionanti in bassa tensione (LDV 2014/35/UE), deve essere dotato di un timer con funzione di autospegnimento e deve prevedere una regolazione di temperatura, entro specifici valori di massimo e minimo, che non esponga il suo utilizzatore a rischio di scottatura.

A cosa devo prestare attenzione in fase d’uso?

I termofori non devono essere utilizzati sui bambini o su persone con disabilità tali da non poter gestire autonomamente l’uso dell’apparecchio. Non devono mai essere arrotolati, utilizzati in acqua o messi a contatto con oggetti metallici che potrebbero forare il tessuto. Per maggiori informazioni in merito alle avvertenze d’uso si prega di fare riferimento al manuale di istruzioni relativo allo specifico prodotto acquistato. 

Quali tipologie di termofori esistono? 

Meccanismo di facile rimozione del cavo elettrico

La nuova linea Alpak a marchio KYARA di Moretti SpA dispone di 7 tipologie di termofori. A caratterizzare tutti i modelli della linea è la presenza di un tessuto estremamente morbido al tatto lavabile a 30°C, la dotazione di un display luminoso con cui verificare la regolazione della temperatura, un sistema di spegnimento automatico che entra in funzione dopo 90 minuti ed un meccanismo di facile rimozione del cavo elettrico.  A variare è invece essenzialmente la forma dell’apparecchio, che nelle specifiche tipologie si adatta al meglio all’utilizzo nelle diverse zone del corpo. 

Termoforo anatomico rettangolare

Termoforo rettangolare

E’ la tipologia di termoforo più semplice nella forma, anatomica e rettangolare, e proprio per questo, è anche la più versatile. E’ l’ideale per tutti coloro che vogliono godere dei benefici del calore sia su collo e schiena che su gambe o addome. Il termoforo rettangolare della linea Alpak è regolabile in 6 diverse temperature dai 50°C ai 65°C. 

Termoforo cervicale 

Termoforo Cervicale

Il termoforo cervicale svolge un’efficace azione riscaldante sulla zona del collo e delle spalle fornendo un immediato sollievo a tutti coloro che soffrono di torcicollo o di contratture in questa zona, a causa ad esempio di un uso protratto del computer o del cellulare. Il termoforo cervicale Alpak, comodamente regolabile per abbracciare il collo e dotato di una cintura con cui cingersi all’altezza della vita, prevede una regolazione di temperatura su ben 6 livelli per una temperatura che da un minimo di 50°C può raggiungere ad un massimo di 65°C. 

Termoforo Lombare 

Termoforo a fascia

Nel caso del sopracitato “colpo della strega”, di discopatie o di lombalgie, la tipologia di termoforo che meglio si adatta alla zona da trattare è il termoforo a fascia. In questo caso la zona da riscaldare è posta in fondo alla schiena, in prossimità del bacino, e l’utilizzo di una fascia con una stringa in tessuto e velcro, grazie alla quale regolare la vestibilità, costituisce la soluzione più confortevole. Il termoforo a fascia Alpak permette inoltre di regolare la temperatura a 53°C, 59° C o 65°C. 

Mantelle 

Mantella termica cervicale e spalle

Le mantelle rispondono alle esigenze di tutti coloro che vogliono beneficiare del calore nelle zone del collo, delle spalle e della schiena mantenendo al contempo la massima libertà di movimento. La linea Alpak prevede tre diverse tipologie di mantella in grado di abbracciare cervicale e spalle, cervicale e schiena o di mantenere una vestibilità più morbida in grado di abbracciare spalle, schiena e dorso. Le temperature, regolabili su tre valori in tutti i modelli, hanno range di temperatura distinti: 53° C,59° C e 65°C per la mantella termica cervicale e spalle; 50° C,55° C e 60°C per la mantella termica cervicale e schiena, 35° C,40° C e 45°C per la mantella termica più grande

Guanciale termico 

Guanciale termico

Un’ultima tipologia di termoforo è costituita dal guanciale termico, un vero e proprio cuscino in grado di offrire un caldo appoggio al suo utilizzatore. Il cuscino, versatile nell’uso in svariate zone del corpo, costituisce una soluzione polifunzionale con cui beneficiare, nel massimo confort, della “terapia del caldo”. Anche il guanciale termico offre infine la possibilità di regolare la temperatura su 3 diversi livelli: 53°C, 59°C e 65°C.

Vuoi saperne di più? Consulta il nostro catalogo o rivolgiti alla tua ortopedia di fiducia chiedendo la nuova linea di termofori Alpak, un prodotto a marchio Kyara di Moretti SpA. 

Mostra il contenuto completo

Autore Visualizza notizie

Redazione
Redazione

Moretti Service and Consulting è un’agenzia di comunicazione specializzata in ambito healthcare. MSC è un vero e proprio spin off aziendale, un comparto con competenze specialistiche in ambito comunicazione e marketing in grado di bilanciare le esigenze di distinzione ed innovazione che muovono la presentazione di ogni nuovo progetto con le normative e le codifiche che regolano la proposizione sul mercato di ausili e dispositivi medici.

Precedente C’era una volta una principessa in carrozzina
Successiva Le nuove responsabilità per rivenditori secondo il regolamento MDR 745/2017
Chiudi
Chiudi