Lo stato di emergenza sanitaria che stiamo vivendo ha portato profondi cambiamenti alla nostra quotidianità. 

Abbiamo cambiato le nostre abitudini, il modo in cui ci relazioniamo con gli altri, l’ordine e la natura delle nostre priorità.

Questa grande rivoluzione ci ha portato poi a rivalutare concetti a cui prima davamo un’accezione esclusivamente negativa, come il distanziamento, o a riconsiderare l’utilità di strumenti che prima ci sembravano ostiche complicazioni, come la tecnologia.

 

Il lockdown, inoltre, ci ha insegnato che è possibile ed importante prendersi cura dei propri cari anche a distanza. Ci ha insegnato che la distanza fisica è uno spazio che la tecnologia può colmare e che l’attenzione alla salute nostra e ai nostri cari è imprescindibile sia in tempi di pandemia che non.

 

E proprio in quest’ottica, oggi, ci facciamo portavoce di un servizio tecnologico ed innovativo: un’applicazione che si propone di costituire un valido strumento a sostegno della sicurezza famigliare. 

Un aiuto concreto e semplice, che fa della tecnologia una soluzione completa per la tutela, a distanza, dei tuoi cari.

 

Ne parliamo con Stefano Monti, direttore marketing di famil.care

 

Buongiorno Stefano, ci racconti che cos’è famil.care?

 

Famil.care è un’app salvavita per gli anziani. È un sistema semplice ed innovativo con cui ci proponiamo di offrire un aiuto concreto agli anziani ed ai loro famigliari nella quotidianità e nell’emergenza. 

 

Andiamo nel dettaglio, spiegaci bene di che cosa si tratta

 

Famil.care è un’applicazione scaricabile su app store o play store. È un sistema grazie al quale prendersi cura a distanza dei propri cari, siano questi autosufficienti o meno.

Il sistema è semplice ed innovativo: il caregiver o un famigliare scarica l’applicazione sul proprio telefonino e su quella della persona anziana di cui vuole prendersi cura. Una volta impostata, l’applicazione consente all’anziano, in una qualsiasi condizione di necessità o di emergenza, di mettersi in contatto con i propri famigliari o con il caregiver, con un solo click all’interno dell’app o premendo un semplice pulsante.

 

Quindi famil.care utilizza le funzioni tecnologiche degli smartphone ma prevede anche un dispositivo fisico, corretto?

 

Sì esatto. Il nostro sistema prevede la possibilità di ricorrere ad un piccolo pulsante. Un accessorio comodo e discreto, di dimensioni pari ad una moneta da due euro, che l’anziano può indossare come un ciondolo, grazie al cordino incluso nella scatola. Il nostro pulsante è impermeabile ed ha una batteria integrata per cui garantiamo due anni di funzionamento senza necessità di ricarica.

Grazie alla presenza di un accelerometro è infine in grado di rilevare automaticamente un’eventuale caduta. 

 

Tutto chiaro, ma torniamo all’app. Spiegaci meglio quali sono le sue funzionalità

 

Semplicemente aprendo l’applicazione è possibile conoscere in qualsiasi momento dove si trovano i nostri cari, monitorare il livello di carica della batteria dell’anziano e chiamarlo in vivavoce o fare una videochiamata, verificando al meglio il suo stato di salute.

 

Cosa succede invece in caso di emergenza?

 

Nel momento in cui la persona preme il pulsante o clicca il pulsante di aiuto sull’app, l’applicazione automaticamente chiama, in base all’ordine impostato dal famigliare o dal caregiver, le persone che possono prestare soccorso alla persona anziana. Ogni persona contattata potrà decidere di prendere direttamente in carico l’emergenza o di demandare ad un altro referente. Qualora nessun famigliare sia vicino all’anziano al momento del bisogno, l’applicazione provvederà automaticamente a contattare il numero unico di emergenza 112, richiedendo soccorso nella posizione geografica in cui l’anziano ne ha fatto richiesta. 

 

Quali sono i costi di questo sistema?

 

L’applicazione può essere scaricata gratuitamente e senza impegno per un periodo di prova di 30 giorni. Dopodiché il servizio viene proposto con una formula in abbonamento annuale o mensile.

L’abbonamento ha un costo di 99 euro, con un unico pagamento, nella formula annuale o di 8,90 euro al mese, con costo di attivazione di 10 euro, per 12 mesi, nella formula mensile. In entrambi i casi il pulsante salvavita è incluso e non ci sono costi aggiuntivi. 

 

Grazie Stefano, toglici una curiosità, da dove nasce l’idea?

 

I fondatori ed ideatori di questa app hanno un pluriennale background nel digitale ed in particolare nello sviluppo di applicazioni mobile. L’idea però nasce innanzitutto dalla loro esperienza personale: lavorando all’estero avevano la necessità di trovare una soluzione semplice e funzionale con cui prendersi cura dei propri famigliari. 

 

Per saperne di più su famil.care 

consulta qui il sito dedicato

scarica qui l’app su Google Play Store

scarica qui l’app su App Store

 

 

 

Show Full Content

About Author View Posts

Redazione
Redazione

Moretti Service and Consulting è un’agenzia di comunicazione specializzata in ambito healthcare. MSC è un vero e proprio spin off aziendale, un comparto con competenze specialistiche in ambito comunicazione e marketing in grado di bilanciare le esigenze di distinzione ed innovazione che muovono la presentazione di ogni nuovo progetto con le normative e le codifiche che regolano la proposizione sul mercato di ausili e dispositivi medici.

Previous Mascherina chirurgica per bambini: la scelta più sicura. Scopri perché.
Next La mascherina? È indispensabile ma insufficiente. Ecco come difendersi dal virus.
Close
Close