Moretti SpA nei giorni scorsi si è recata presso la sede dell’Associazione Dynamo Camp Onlus con un camioncino carico di carrozzine ed ausili. Un piccolo dono per un progetto che è ben più di una semplice vacanza! 

Scopriamolo insieme in quest’intervista a Vito Nigro, milanese d’origine e toscano d’adozione, educatore e Direttore di Dynamo Camp. 


Buongiorno Vito! Ci racconta che cos’è Dynamo Camp? 

Dynamo Camp è un’associazione che offre gratuitamente programmi di Terapia Ricreativa a bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni, affetti da patologie gravi e croniche, ed alle loro famiglie. Le attività si svolgono presso Dynamo Camp, all’interno di un’oasi affiliata WWF a Limestre, in provincia di Pistoia, ed anche al di fuori del camp. Con i Dynamo Camp Programs arriviamo infatti anche all’interno di ospedali e case famiglia  in numerose città italiane.

Ci spiega meglio in che cosa consiste la “Terapia Ricreativa” ?

Terapia ricreativa significa partecipazione ad un’avventura. I “campers” arrivano al camp da soli o con le loro famiglie ed hanno la possibilità di “essere bambini” in un ambiente protetto e sicuro.

Vivere il Camp significa condividere esperienze indimenticabili con i coetanei, significa riscoprire le proprie capacità.

Quali sono le attività proposte? 

Tutte le attività sono proposte da staff specializzato e formato. Abbiamo  un percorso avventura con una struttura per arrampicata accessibile anche in sedia a rotelle, unica in Italia, una piscina riscaldata per la terapia in acqua, tiro con l’arco, attività di piccolo circo  e di teatro, un laboratorio rap ed hip hop ed attività di stimolazione tattile e neurosensoriale, terapia ludica con animali in fattoria e attività in orto. 

Oltre a queste attività abbiamo poi dei progetti speciali, proposti anche al di fuori del camp:

  • grazie ad Art Factory Dynamo Camp è diventato un soggetto attivo nel mondo dell’arte. 
  • Radio Dynamo, che è un vero e proprio studio radiofonico e una web radio che si ascolta all’indirizzo www.radiodynamo.it
  • i Dynamo Studios, per la realizzazione di fotografie, cortometraggi e video 
  • Dynamo Musical, in cui i più piccoli si misurano con danza, canto e recitazione
Art Factory Dynamo Camp

E’ grazie ai  “Dynamo Programs” che la Terapia Ricreativa Dynamo si è estesa anche al di fuori del camp, coinvolgendo bambini malati in ospedali e case famiglia nelle principali città italiane dello stivale. 

Dal 2016 è inoltre presente Dynamo Alumni, un programma formativo destinato agli ex campers per prepararsi ad opportunità lavorative o dare spazio alle proprie passioni. 

Facciamo un attimo un passo indietro, come è nato Dynamo Camp?

Il fondatore di Dynamo Camp è Vincenzo Manes, presidente ed amministratore delegato di Intek Group SpA che venne a conoscenza delle attività di “Serious Fun Children Network”, organizzazione fondata del 1988 dall’attore Paul Newman che per primo organizzò un Camp nel Connecticut. 

Da allora oltre un milione di bambini in tutto il mondo hanno partecipato ai programmi di SeriousFun Children’s Network, a cui Dynamo Camp aderisce. 

La prossima estate è ormai vicina, chi parteciperà ai vostri Camp?
Lo staff medico

Dynamo Camp è oggi in grado di ospitare contemporaneamente circa trenta famiglie o, nel caso di Camp destinati ai soli campers, circa 102 ragazzi. 

Il 2019 è al completo nelle prenotazioni ma consiglio a chiunque sia interessato di visitare il nostro sito, controllare i criteri di ammissibilità e mettersi in contatto con noi per inserirsi in lista di attesa. 

Qual è l’impatto in chi partecipa a questa esperienza? 

Arrampicata

Sebbene il Camp sia nato con l’anima della vacanza spesso i campers e le loro famiglie vedono in questa esperienza un punto di svolta. Se il motivo per cui le persone vengono al camp è infatti per lo più legato alla proposta di attività che offriamo, il risultato dell’esperienza non è legato strettamente alle specifiche capacità acquisite quanto piuttosto ad un cambio di prospettiva.

Le esperienze e, soprattutto, i rapporti umani che si creano al camp tra i campers e tra le loro famiglie, generano consapevolezze inedite ed introducono chiavi e risorse nuove con cui far fronte alla malattia.

Vi abbiamo fatto un dono: le nostre carrozzine ed alcuni ausili.  
Ci racconti come vi possono essere utili?

Il vostro dono e, le vostre carrozzine, in particolare, per noi sono preziose in più ambiti. Avere delle carrozzine a disposizione è infatti fondamentale sia in fase di formazione che durante lo svolgimento dei camp. 

Quando formiamo il personale, proporre di prendere  concretamente tra le mani una carrozzina significa permettere di prendere confidenza ed imparare ad utilizzarla. Questa famigliarità è per gli educatori uno step fondamentale nel rapportarsi con i campers, è uno strumento grazie al quale approcciarsi a loro in modo diverso.

Durante i camp, invece, sebbene i campers arrivino sempre equipaggiati con la propria carrozzina, il verificarsi di una rottura accidentale può essere motivo di abbandono dell’esperienza. Una carrozzina “di riserva” è un aiuto in più su cui poter contare. 

Grazie Vito! C’è un consiglio che vorresti dare a tutti i genitori di bambini
con disabilità o malattie gravi?

Dare un consiglio non è facile, pur essendo un educatore ed avendo una decina d’anni di esperienza a Dynamo Camp, il mio consiglio è comunque il parere di chi non sta vivendo sulla sua pelle la malattia del proprio figlio. 

Detto questo mi permetto di fare con voi una considerazione: molto spesso i bambini affetti da malattie croniche vengono descritti come degli eroi, credo sarebbe più corretto descriverli come dei valorosi combattenti e le loro famiglie, che ogni giorno li sostengono nell’affrontare la malattia, come degli eroi

Ecco a questi “eroi” vorrei dire due cose: la prima è che non sono soli, che una vita con la malattia dei propri figli è possibile e che nel confronto con gli altri possono trovare un grosso aiuto. 

E la seconda?

La seconda è che spesso accade che, al momento dei saluti al Camp, i genitori ringrazino noi educatori. La nostra risposta non è mai “prego” ma “grazie a te”, e non è certo formalità!  

Per maggiori informazioni e per sostenere Dynamo Camp con una donazione clicca qui

Mostra il contenuto completo

Autore Visualizza notizie

Redazione
Redazione

Moretti Service and Consulting è un’agenzia di comunicazione specializzata in ambito healthcare. MSC è un vero e proprio spin off aziendale, un comparto con competenze specialistiche in ambito comunicazione e marketing in grado di bilanciare le esigenze di distinzione ed innovazione che muovono la presentazione di ogni nuovo progetto con le normative e le codifiche che regolano la proposizione sul mercato di ausili e dispositivi medici.

Precedente Termofori: quando usarli e come sceglierli
Successiva Sedia comoda: che cos’è e come sceglierla al meglio
Chiudi
Chiudi