Il saturimetro, ossimetro o pulsiossimetro è uno strumento semplice, immediato e non invasivo con cui misurare e monitorare sia il grado di saturazione dell’ossigeno nell’emoglobina presente nel sangue arterioso periferico sia la frequenza cardiaca del paziente. 

Vediamolo in ogni dettaglio:

Come è fatto?

È un dispositivo costituito da una sonda, generalmente a forma di pinza, e da un’unità di calcolo, in grado di elaborare i dati e mostrarli su di un monitor.

Può essere applicato su bambini, adulti ed anziani, sia in ambito casalingo sia a livello medico od ospedaliero. Il posizionamento è sulle dita della mano, preferibilmente sull’indice sinistro, o alternativamente sul lobo dell’orecchio oppure sulle dita dei piedi se applicato su neonati.

A cosa serve?

Serve per misurare il livello di ossigenazione del sangue ed è quindi utile per sapere se i polmoni assumono una sufficiente quantità di ossigeno mediante la respirazione.

Il saturimetro, ossimetro o pulsiossimetro, viene normalmente usato nei pazienti con asma, bronchite cronica, bronco-pneumopatia cronico ostruttiva o polmonite.

Può essere utile anche al fine di valutare la saturazione dell’emoglobina nei pazienti con sindrome delle apnee nel sonno, esposti ad inquinamento ambientale o fumatori. 

Perché è utile in relazione all’epidemia Covid-19

In relazione all’epidemia Covid-19 può essere utile allo scopo di monitorare il livello di ossigenazione dei pazienti che presentano sintomatologie quali febbre, tosse o dispea, ovvero mancanza di respiro.

Tra le sintomatologie più note e temute in relazione al coronavirus, vi è infatti la capacità del virus di compromettere il funzionamento delle vie aeree più profonde, provocando pericolose polmoniti atipiche.

In questo senso, il saturimetro può essere un prezioso alleato per il monitoraggio domestico delle difficoltà respiratorie di tutti coloro che si trovano in isolamento e che temono di aver contratto il virus.

Come si usa?

Per effettuare una misurazione è sufficiente accendere il dispositivo, aprire la pinza e posizionare il dito inserendolo fino in fondo, così che il Led illumini la parte centrale dell’unghia. Entro pochi secondi il dispositivo ci indicherà il livello di saturazione dell’ossigeno e la frequenza cardiaca. 

Come funziona?

Il principio di funzionamento su cui si basa il saturimetro è quello della spettrofotometria. La sonda presenta due diodi fotoemittenti su un braccio della pinza ed un rilevatore sul braccio opposto. I due diodi emettono fasci di luce a precise lunghezze d’onda che ricadono nell’intervallo della luce rossa e infrarossa. 

Durante il tragitto effettuato dalle radiazioni luminose, queste vengono assorbite dall’emoglobina: se quest’ultima è legata all’ossigeno (ossia l’ossiemoglobina – HbO2) assorbe soprattutto nella luce infrarossa, se non è legata (Hb) assorbe soprattutto nella luce rossa.

Sfruttando questa differenza di assorbimento fra l’emoglobina legata all’ossigeno e quella non legata, misurando e analizzando la differenza fra la quantità di radiazione luminosa emessa dai diodi e quella finale rilevata dal rilevatore, l’unità di calcolo è in grado di elaborare e infine fornire il valore di saturazione di ossigeno che verrà visualizzato sul monitor.

Quali sono i valori della saturazione di ossigeno nel sangue?

La saturazione di ossigeno nel sangue è un indice ematico che permette di stabilire il grado di funzionalità respiratoria dell’individuo. I valori della saturazione rientrano nella norma quando sono superiori al 95%.

Se il paziente presenta invece valori inferiori al 95% si è in presenza di ipossiemia: da definirsi lieve con valori compresi fra il 91% ed il 94%, moderata con valori compresi fra l’86% ed il 90% o grave con valori uguali o inferiori all’85%. 

A cosa prestare attenzione per una misurazione ottimale?

Perché l’apparecchio possa effettuare correttamente la misurazione è necessario che le dita siano calde, non ci sia vasocostrizione periferica e le unghie non siano troppo lunghe. Ad inficiare l’esattezza della misurazione può essere anche la presenza di smalto, in particolar modo se di colore viola, nero, verde o blu o la presenza di “unghie gel” o finte. 

Quali sono i principali vantaggi?

Il saturimetro è uno strumento preciso ed affidabile che può essere utilizzato con la massima semplicità e praticità anche all’interno dell’ambiente domestico. Permette di tenere monitorata sia la frequenza cardiaca sia il livello di saturazione dell’ossigeno attraverso una misurazione rapida e del tutto non invasiva. 

Nella gamma dei prodotti Moretti sono disponibili diverse tipologie di pulsiossimetri.

Una linea più compatta, adatta ad un uso domestico, dotata di display LCD o LED. Piccoli, leggeri e facili da trasportare, garantiscono letture accurate e risultati affidabili.

Una linea palmare con sensore a clip, adatta all’utilizzo in cliniche specializzate e ospedali per il trasferimento dei pazienti o l’assistenza domiciliare. Leggeri, ergonomici e precisi garantiscono una misurazione professionale ed affidabile.

Per maggiori informazioni consulta il nostro catalogo prodotti o rivolgiti alla tua ortopedia e sanitaria di fiducia. 

Show Full Content

About Author View Posts

Redazione
Redazione

Moretti Service and Consulting è un’agenzia di comunicazione specializzata in ambito healthcare. MSC è un vero e proprio spin off aziendale, un comparto con competenze specialistiche in ambito comunicazione e marketing in grado di bilanciare le esigenze di distinzione ed innovazione che muovono la presentazione di ogni nuovo progetto con le normative e le codifiche che regolano la proposizione sul mercato di ausili e dispositivi medici.

Previous Preciso, affidabile ed immediato: il nostro nuovo termometro digitale ad infrarossi
Next La nuova Komoda: sinonimo di Comodità, Sicurezza ed Igiene.
Close
Close